[Dai Social] Thomas Labaille | Sancerre Les Monts Damnés 2014

Sono stato di parola e il 2018 (che prometteva decisamente bene all’uscita) non lo tocco da quasi due anni. Così c’è modo di tornare su annate intermedie come la 2014, di quello che per certi versi è il “Sancerre della casa”.

La 2013 resta un paio di spanne sopra per fittezza salina e stratificazione, ma ancora una volta Les Monts Damnés di Thomas Labaille dimostra di meritare pazienza e avere nel tempo un alleato prezioso: è adesso il momento di goderselo sfrondato da qualche prevedibilità varietale, senza dover rinunciare per forza a vitalità giovanile ed evocazione identitaria.

Un bianco-sicurezza che diventa ancora più gustoso in una serata dorata, pian piano avviata a sfumare portandosi via questa domenica speciale, indimenticabile. Senza fretta: lasciateci ancora il tempo di alleviare gole infiammate da urla dortmundiane e di reidratare fatiche lattiche che Mutaz Essa, Gianmarco e Marcello hanno sublimato anche per noi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.