Acqua naturale

Appena tornato da un Vinitaly di un’altra epoca. Non tanto per i contenuti (e che volete succeda?), piuttosto per l’impossibilità (o quasi) di comunicare in modo normale.

Salto indietro senza istruzioni all’Era pre – telefonino (linee in tilt e aggeggini vecchi e nuovi inutilizzabili; internet? Lasciamo perdere), appuntamenti saltati, incontri impossibili, perdite di tempo continue. Ma davero? Ebbene si, con tanto di strascichi legali e illegali, minacce e bestemmie. In un salone internazionale di questa portata, un fatto sinceramente incredibile.

E il resto? Tra un Nossiter sacerdotale e il successo di ViViT*, il solito Rolland e gli stenti dell’eno-industria nazionale, la “dialettica” naturale – convenzionale riprende forza in un solo salone (più o meno). Tutti contro uno, uno contro tutti. Per dire, la cantina abruzzese Cataldi Madonna ha tappezzato il suo stand con la scritta provocatoria “Vino Non Naturale“.
La mia posizione stavolta è netta, chiara, irremovibile. Per una settimana berrò solo natuale. Acqua naturale…

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.