[Dai Social] Pillole di Wine Club #42 | Blind Night Annata 2007


Si scrive Tipicamente Blind Night, si legge festa invernale del nostro Wine Club.
Un grande gioco conviviale, che come tutti i migliori giochi bambini, si gioca seriamente: misurandosi con i propri ricordi e condizionamenti (che ci sono sempre, anche con la cieca quasi totale), condividendoli con i compagni di squadra per arrivare a una scelta comune.

E al contempo un’occasione per tornare ogni volta su un’annata matura, verificando le impressioni pregresse attraverso un significativo campione di vini italiani. In questo caso la 2007, una delle vendemmie più facili da raccontare nel profilo climatico, agronomico e stilistico – con andamenti sostanzialmente sovrapponibili da Vipiteno a Pantelleria (inverno di fatto mai arrivato, rilevante anticipo vegetativo conservatosi fino alla raccolta, estate decisamente calda e asciutta), ma non certo scontata da leggere e interpretare negli esiti qualitativi ed evolutivi.


Personalmente è un annata che continua a sorprendermi piacevolmente, anche alla luce di quest’ultima panoramica. Giusto un paio di vini chiaramente scollinati, pochi quelli sfibrati nel frutto o brucianti negli apporti alcolici: a prevalere è piuttosto una corroborante armonia, grazie soprattutto a tannini di trama gentile e alla saporita tonicità che compensa il prevedibile minus di nerbo e profondità.
Magari non la vendemmia ideale per cogliere tutte le sfumature territoriali (e per questo ancora più brave le squadre) e nessun vino che ti cambia la vita, ma per bere e godere senza tanti pensieri o abbinamenti cervellotici ce n’è di che pescare. Chissà, forse le annate solari che partono con una certa impronta fin dall’inizio, senza montagne russe, un certo equilibrio lo centrano.

Nell’albo d’oro come Vino della quarta edizione ci finisce ancora una volta un Nebbiolo, il Barolo Bricco Sarmassa 2007 di Brezza, ma mai come questa volta le preferenze si sono sparpagliate (continuando a giocare, il mio podio sarebbe stato: Brunello Ris. Le Chiuse – Taurasi Tenuta Ponte – Carema Et. Nera Ferrando, con Barolo Monvigliero F.lli Alessandria, Brunello Phenomena Sesti e Taurasi Antico Castello molto vicini), ma insomma: ci siamo capiti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.