Scroll Top

[Dai Social] Misto primavera 2023 (2)

Annotazioni sparse su qualche bottiglia sparsa delle ultime settimane:


Montevertine 2010 | Montevertine
Si può conservare, si può stappare, si può fare tutto meno che mescerlo a qualche brutto cattivone antipatico. In stato di grazia e ancora più oppiaceo con ciccia alla mano (l’originalità è di gran lunga sopravvalutata, sempre bene ribadirlo).


Ciliegiolo Narni Ràmici 2020 | Leonardo Bussoletti
Sempre a proposito di vini oltre-il-gluglu-c’è-di-più (1): sicuramente rientrano nella categoria i migliori Ciliegiolo umbri. Che, a differenza di quelli maremmani, sono solitamente meno no woman no cry e più fibroso-continentali, ma non per questo più cerebrali. In questo senso il Ràmici 2020 fa quasi incacchiare per quanto sia chirurgico nella rappresentazione territoriale di bochiana accezione: polposo, contrastato, serio e faceto. Un’altra, Jack.


Piedirosso dei Campi Flegrei Colle Rotondella 2018 | Astroni
Sempre a proposito di vini oltre-il-gluglu-c’è-di-più (2): sicuramente rientrano nella categoria i migliori piedirosso flegrei. Ma checché se ne dica, fino a una quindicina di anni fa di glu glu avevano poco o niente, salvo eccezioni. Altro che brutti anatroccoli o cigni: Frankenstein che sembravano volere essere tutt’altro. Scuri, surmaturi, confusi, pesanti. Oggi la situazione è molto diversa e il Colle Rotondella 2018 di Astroni si conferma uno dei tasselli del definitivo cambio di marcia (e oggi ancora più cesellato e fine rispetto a 2-3 anni fa, il che non vuol dire che dobbiamo bere per forza invecchiati pure i Piedirosso, ma almeno un’estate dalla vendemmia aspettiamola, porca caldera!). Nun te preoccupà, uagliò, ce sta ‘o Per’e palummo fore.


L’Etoile 2017 | Domaine de Montbourgeau
Una delle bottiglie che stapperei a chi vuole prendere confidenza con il Jura in bianco “sotto velo” senza shock traumatici, ma cogliendone in pieno l’imprinting più potente: le noci, il cioccolato, il mare disordinato, l’agrume scostumato, il suk, il sapore a oltranza entro binari confortevoli e sicuri tipo pista Polystil.

Ghost track: Krug Grand Cuvée Edizione 170 (oggi più che mai uno dei più grandi qualità prezzo del pianeta)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.