Isole e Olena | Chianti Classico 2013

Isole e Olena
Certo, certo. Non serve che arrivi il babbeo scrivente a dire quanto pesa Isole e Olena nel borsino del Chianti Classico, la spiccata personalità dei suoi vini e la rilevanza storica del Cepparello, ipertuscan capace, fin dalla sua nascita, di elevare le vette possibili del sangiovese toscano.
Qui, però, mi soffermo sul Chianti Classico di nome e di fatto che, per inciso, nelle ultime annate non mi aveva fatto sobbalzare dalla sedia. Un po’ troppo qui, un accenno “verde” là; sempre buono ma non così tanto da farmelo mettere tra i migliori.
Tutt’altra storia, nel mio personalissimo modo di vedere le cose, lo strepitoso 2013. Vino libero da ogni orpello, avvolgente quanto setoso, scrocchiante di cerase mature e agrumi freschi. Giovane e sgargiante, non difetta neppure di complessità; per ora accennata, in divenire, legata a suggestioni di incensi profumati e legni orientali. Lo voglio.

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.