Elio Sandri Cascina Disa, Langhe Nebbiolo 2013: rosso quattro stagioni dal Barcellona dei terroir

Sandri - Nebbiolo '13
Ne avevamo parlato già qui, fidandoci ciecamente del consiglio di quel sommo conoscitore di Langa che è Emiliano “Manichi” Luciano.
Credito a dir poco ben elargito, bicchiere alla mano, perché il Langhe Nebbiolo 2013 di Elio Sandri – Cascina Disa è davvero uno di quei “rossi quattro stagioni”, in grado di accompagnarti praticamente con ogni temperatura, ricetta e umore esistenziale.
Ma il punto è un altro. Abbiamo a che fare con un “base” proposto (a circa 10 euro) da un’azienda probabilmente meno conosciuta di quanto meriti, ma che difficilmente troverebbe spazio in un’ipotetica hit parade del tipo “top 50 di Langa”. Ebbene: nemmeno il mio campani(a)lismo più spinto ce la fa a negare che dalle mie parti bisogna tribolare parecchio per scovare pari categoria a base aglianico di tale grazia, luminosità e facilità di beva.
Thanks to the dick, direte giustamente voi: parliamo di vitigni e territori diversissimi, al di là dei lisi tormentoni. Appunto, rispondo io: ogni tanto vale la pena di ricordarlo, che la natura non è democratica. Il Barcellona ce l’abbiamo in casa, insomma, la sede sociale è dalle parti di Cuneo e nella rosa si contano ben più di tre tenori-cannibali. Terroir superiore, c’è poco da fare.

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.