Faviken Magasinet | In mezzo al niente


Alla domanda posta da una giornalista su chi cucinasse in sua assenza, Bocuse rispose: “lo stesso che lo fa quando ci sono”.

A Jarpen, 700 chilometri a nord di Stoccolma, da Faviken Magasinet, la presenza di Magnus Nilsson è ormai accessoria. In senso fisico.
Il locale brilla di luce propria, è un figlio che non ha più bisogno del padre se non per un buon consiglio. La brigata di cucina, giovane e poliglotta, guidata dal head chef John, mette in scena uno spettacolo che tutte le sere è uguale e diverso. Come una commedia interpretata da Eduardo.
Meccanismi oleati e metodo Stanislavskij per una rappresentazione che risulterebbe magica anche senza mangiare. I prati, i boschi, i laghi, la luce e la neve sono le materie prime che si usano a Faviken. Piatti che sembrano strappati alla natura e cibi a Miglia 200. La distanza dalla costa da cui provengono cappesante e scampi.
La famigerata cucina a Km 0, che vorrebbe privarci di tali delizie, quasi sempre irragionevolmente, è lontana.

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.