Gli Oscar del Panettone

Tradizionale quanto il Natale, arriva come ogni anno la giocosa classifica di alcuni panettoni italiani super, veri e propri riferimenti nelle rispettive categorie.

Un dolce viaggio, compiuto da una ciurma di amici, professionisti e appassionati, decisi a passare in radiografia quanto di meglio passa il convento su questo fronte.
Ecco quello che emerge dalla degustazione che precede le festività 2013, tenutasi al Salefino Ristocafè**.
I tradizionali
Iginio Massari
Degustare il panettone classico di Iginio Massari è stata una vera goduria.
Decisamente profumato, grazie alla pasta di agrumi, ricco, di un bel colore giallo carico,
con una pervasiva sensazione burrosa, ben compensata da un candito giustamente amarognolo. Lievitazione da lacrimuccia. Un vero capolavoro.
Biasetto
Il Classico di Biasetto ricalca nella forma e nella lievitazione quello del
“Maestro”, ma ha un pizzico do complessità in meno. Gustosa e croccante la glassa, è un complemento riuscito e gioca di fino con la parte più morbida del panettone. Raffinato.
Pregiata Forneria Lenti
Lenti, con l’originale cottura nel forno a legna, è uno dei panettoni classici più intriganti. Panoso, con profumi e sapori di amaretto in primo piano, ha uno sviluppo equilibrato e denso di sapore. Una garanzia, capace di mantenere ogni promessa.
Bonifanti
Quello di Bonifanti, nella categoria “grandi pasticcerie semi-industriali”, si conferma un panettone ben fatto. Buona la lievitazione, non è eccessivamente ricco e mantiene un discreto equilibrato nelle sue componenti principali. Ordinato e affidabile, da prendere certamente in considerazione.
Gli speciali
Sal de Riso – Limoncello
Nella categoria “speciali”, Il panettone di Sal de Riso, con farcitura di crema
al limoncello, ci ha sorpreso per la sua leggerezza. E’ allo stesso tempo ricco, soffice ed equilibrato.  Un morso tira l’altro…
Pasticceria Pepe – Albicocche del Vesuvio
Il panettone di Alfonso Pepe alle albicocche del Vesuvio è semplicemente commovente. Perfetta la lievitazione, ha pasta gustosa, in clamorosa simbiosi con la frutta. Se siete amanti di qualche eccesso, non fatevelo sfuggire.
Pasticceria Pepe – Cioccolato
Ancora Pepe, stavolta nella versione dedicata al cibo degli dei. Un pezzo d’autore che non può mancare sulla tavola dei chocolate lovers per intensità, puntualità stilistica e golosità.
La boutique del dolce – Paradiso
Achille Zoia, con il suo Paradiso, merita giustamente la palma d’oro tra gli
innovatori, avendo reinterpretato il panettone in chiave moderna. Dolce – non
dolce, con una bilanciata presenza di sale nell’impasto, è arricchito da cioccolato e noci che regalano un’alchimia da urlo. Etereo, per certi versi finto – semplice, esce alla distanza come un grande passista.
Menzioni Speciali
Il Migliore: Iginio Massari
Miglior Candito: Iginio Massari
Miglior lievitazione: Biasetto / Iginio Massari
Miglior frutta secca: le noci di Zoia e le mandorle di Lenti
Miglior naso: Lenti / Massari
Migliore tra gli speciali: Pepe albicocche del Vesuvio
I panettoni descritti sono in vendita, in Umbria, negli angoli gourmet degli IperCoop di Collestrada (Perugia) e Terni

**Salefino Ristocafè
via del Centenario, 05100 Terni
Tel. 0744 306620

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.