Addio a Franco Biondi Santi


Oggi nessun “Lo sai che”, come avevamo annunciato. Oggi abbiamo solo voglia di ricordare uno dei pochi, autentici, signori del vino italiano. Franco Biondi Santi.
Siamo stati diverse volte al “Greppo” ma quella più emozionante resta la prima. Era il Febbraio 2003. Raggiungemmo Montalcino appena finito il Master in Comunicazione e Giornalismo al Gambero Rosso. Fu la nostra prima visita da apprendisti. Da quasi addetti ai lavori. Lui ci accolse come veterani, con una pazienza e una disponibilità che solo oggi, dopo aver visto “come funziona”, ci appare fuori dal tempo. Ci spiegò il Brunello, la storia della sua famiglia che l’ha inventato, il terroir di Montalcino con una lampada e una cartina su una porta.
Lo penseremo sempre così, col suo incedere elegante lungo quel viale di cipressi.

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.