Vigne e cantine

Negli ultimi giorni siamo stati poco davanti al pc e molto in giro, tra vigne e cantine.

Il tempo del racconto arriverà, per ora è meglio assaporare questi momenti senza ingabbiarli in parole troppo strette.
Era da un po’ che non tornavamo sul campo, insieme, in maniera così sistematica. Con un tema, un’i’dea in testa da approfondire.
Non sempre trovi quel che cerchi, in questi casi. Stavolta forse è successo e ad ogni modo è stato tempo guadagnato.
Ci siamo scaldati sotto un sole deciso e l’inconfondibile luce di Settembre ha reso i grappoli dorati ancora più belli. Ne hanno bisogno, l’estate non è stata affatto generosa con loro.
Abbiamo visto viti antiche. Alberi ultracentenari carichi d’uva tenace. Uomini che interpretano il loro lavoro in maniera diversa, a volte opposta, ma con grande passione. Almeno così ci è sembrato.
Abbiamo assaggiato e bevuto molto. Bottiglie lontane tra loro eppure legate da un tratto comune. Vini che mai come stavolta ci sono sembrati somigliare ai loro padri.
Uve, mosti, bottiglie giovani e altre vecchissime. Quasi d’archeologia enologica.
Grazie a tutti quelli che ci hanno ospitato, sfamato, abbeverato. Magari interrompendo per un attimo la vendemmia, condita dalle imprecazioni del caso.
E’ bello, dopo tanto lavoro di scrivania, fare quello che più ci piace. Respirare la terra umida delle mattine d’autunno, mangiare un chicco d’uva dalla pianta per sentire a che punto sono i vinaccioli, perdersi tra le stradine di campagna senza troppi pensieri. E chiacchierare, cercare, scoprire. Vivere.
Due cartoline. Gli alberi a pide franco che vedete nella foto in alto. Pare abbiano all’incirca 120 anni e garantiscono ancora un’uva superba.
Il video di un mosto in fermentazione. Niente di che, eppure siamo rimasti a guardarlo in maniera quasi ipnotica. Come se quei rumori e i curiosi movimenti del liquido cercassero di rivelarci il grande segreto del vino.

Post Correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.