Temporale d'agosto. Che fortuna…

Quando dopo alcune giornate di uggia, nervosismo e stanchezza, le amiche che conosci e frequenti da una vita ti propongono un aperi-cena (formula che combina poche cose da mangiare con tanto da bere) speri davvero che piova…

A volte i miracoli avvengono e qualcuno proprio il giorno giusto ti ascolta.
Allora che si fa con quella pioggerellina noiosa di agosto nel locale alla moda del capoluogo toscano? Proprio no. Non si può. Il gironzolare (in macchina) ci porta in zona San Niccolò e dopo pochi passi siamo di fronte allo ZEB (Zuppe E Bolliti).
Lo ZEB è quello che ci vuole: una terapia che scaccia la tristezza grazie alla cordialità del proprietario Alberto e della mamma. Un elenco di piatti, cose di casa (finalmente) che ti mettono a proprio agio. Alberto si muove bene all’interno della sua isola, suddivisa tra il bancone dove si mangia, il frigo dei formaggi, i prosciutti e la sezione dei dolci.
Dopo il breve ed essenziale menù elencato a memoria e al di là del nome del locale, la scelta cade nel carpaccio di pollo con carciofi e pomodorini secchi sottolio e su una mirabile parmigiana (non fritta). Il tutto servito su un unico piatto, come a casa.
Ti alzi e scegli il vino tra gli scaffali. Per noi il Santa Marta 2007 di Salustri. Un sangiovese del Montecucco, così tanto sangiovese che quasi lo ringrazi per la sua franchezza. Un vino che ti massaggia il cuore e l’anima. Diretto, per quelle sere tra amici in cui la pioggia di agosto arriva provvidenziale e ti cambia in meglio la serata.
ZEB (Zuppe E Bolliti)
Via San Miniato, 2
50125 Firenze
055 2342864

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.