Les Nourrissons. Chi era costui?

Certo la curiosità c’è sempre, ogni volta che stappo qualcosa di nuovo. Però è difficile che l’assaggio sia totalmente al buio, senza nessun parametro in aiuto.

Negli ultimi quindici anni tra letture, indagini, viaggi e bevute di ogni tipo, il mondo del vino si è rimpicciolito parecchio e le sorprese integrali si sono decimate.

L’altra sera, invece, è successo di nuovo. Gironzolando nella mia disordinata cantina, mi sono messo alla ricerca di qualcosa di “strano”, quanto più possibile sconosciuto. Avevo voglia di sorprese e il caso mi ha fatto inciampare in una bottiglia misteriosa senza denominazione né annata. Un generico Vin de France.

Da dove sbuca? mi chiedo. Non ricordavo nemmeno di avercela e solo durante la serata ho ricostruito com’è che quella strana etichetta era finita a casa mia. L’idea di acquistarla era stata del De Cristofaro, molto più wine hunter di me, ultimamente, e io mi ero accodato, mosso dalla curiosità e da un’insensata fiducia nel suo intuito.

Stappo la bottiglia e dopo meno di cinque minuti mando il primo messaggio a Paolo, certamente alle prese con altre 1753 discussioni su chissà quale vino e con chissà chi.

Continua a leggere il testo »

Quattro chiacchiere sui Brunello 2010

Quattro chiacchiere sui Brunello 2010

Video: Giuseppe Carrus e Paolo De Cristofaro


La carta delle birre, grazie

La carta delle birre, grazie

Qualche settimana fa, un articolo di Stefano Ricci, uscito sul Cucchiaio d’Argento, ha messo il dito nel rapporto complicato tra birra artigianale e alta ristorazione, sintetizzando in alcuni punti molto chiari i motivi di un amore (al momento) mancato.
Se non l’avete letto e l’argomento vi solletica, ecco qui il pezzo.
Le cause del [...]


Il sorriso di un giovane cuoco

Il sorriso di un giovane cuoco

Identità Golose 2015, dunque. Al solito porto a casa un sacco di suggestioni, di energia, di vecchi e nuovi volti.
E poi abbracci, assaggi, strette di mano, sorrisi veri e fasulli, picchi di entusiasmo e piccole delusioni. Amici e chiacchiere. Madonna quante chiacchiere.
Porto a casa lo scatto in avanti di Pietro Leemann sul fronte spirituale. Il [...]


Con Coravin il vino è per sempre

Con Coravin il vino è per sempre

undefined


Il Giappone visto da seduto / La visione contemporanea di Ryugin

Il Giappone visto da seduto / La visione contemporanea di Ryugin

Giorno 11 o 12
Pranzo: ore 13,30, ristorante Esaki (3 Stelle). Poco da raccontare a parte la simpatica faccia da nerd dello chef patron. Menù snello al confine con l’ospedaliero. Quattro portate più dolce in 40 minuti. Non ricordo niente, forse a causa del sakè. Anzi una frittata, così dolce da sospettare galline in iperglicemia, [...]


Il Giappone visto da seduto / Narisawa

Il Giappone visto da seduto / Narisawa

Giorno 10 o 11
Cena da Narisawa (2 Stelle Michelin). Ambiente molto bello, servizio in stile occidentale. Clientela e brigata cosmopolite. Una menzione particolare al giovane Thibault, venticinquenne di Poitiers, già trilingue, che aspira a fare il regista. E al sommelier di sakè.
Ho ordinato un Macon Pierreclos Le Chavigne 2010 di Jean Marie Guffens-Heynens. Era [...]


Il Giappone visto da seduto / Un giorno, tre pranzi

Il Giappone visto da seduto / Un giorno, tre pranzi

Giorno 9 o 10
Pranzato 3 volte.
Ore 11.30 da Sushishou, segnalato dalla guida Where the chefs’ eat edizioni Phaidon come un’esperienza che ti cambia la vita. La mia sembra incasinata come prima, ma con una cosa in più che arricchisce il mio bagaglio gastronomico. Un sushi non sushi, con pesce non crudo, sistemato come fosse un [...]


Il Giappone visto da seduto / Michel Bras con gli occhi a mandorla

Il Giappone visto da seduto / Michel Bras con gli occhi a mandorla

Giorno 5 o 6
Ristorante Michel Bras, Toya Windsor Hotel. Mangiar male non è consentito. Quindi mi concentro su altri aspetti. Potendomi vantare di aver provato la garguillou (piatto icona) nella versione Laguiole e nella versione Hokkaido sono giunto ad una conclusione: sono identiche. Anche dopo che Guillaume, il maître, ti spiega la differenza. Come se [...]


Il Giappone visto da seduto

Il Giappone visto da seduto

Ci siamo. Parte da qui un gustoso reportage giapponese firmato da Paolo Baldelli. Io ne ho goduto praticamente in diretta, con aggiornamenti continui alla “Tutto il calcio minuto per minuto”, e non vedevo l’ora di condividerlo.
Cominciamo con la “prima puntata” di un itinerario che ha visto Paolo in alcune delle tavole più suggestive del Paese [...]


moncler sale canada goose uk moncler sale canada goose uk doudoune moncler louboutin pas cher doudoune moncler moncler sale moncler coats moncler uk canada goose sale moncler louboutin femme moncler pas cher moncler uk moncler jackets canada goose jacket moncler outlet canada goose jacket moncler pas cher louboutin soldes moncler moncler outlet moncler sale canada goose uk moncler sale canada goose uk doudoune moncler louboutin pas cher doudoune moncler moncler sale moncler coats canada goose sale moncler uk canada goose sale moncler louboutin femme moncler pas cher moncler uk moncler jackets canada goose jacket moncler outlet canada goose jacket moncler pas cher louboutin soldes moncler moncler outlet moncler sale canada goose uk moncler sale canada goose uk louboutin pas cher doudoune moncler moncler sale moncler jackets canada goose jacket moncler outlet canada goose jacket louboutin soldes moncler moncler outlet canada goose sale moncler uk canada goose sale louboutin femme moncler uk canada goose uk moncler sale canada goose uk louboutin pas cher moncler sale canada goose jacket moncler outlet canada goose jacket louboutin soldes moncler outlet canada goose sale moncler uk canada goose sale louboutin femme moncler uk canada goose uk louboutin pas cher moncler sale canada goose jacket canada goose uk canada goose sale
互不删,一起挂.你删我,我也删你,没意义!